SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

PELLE PIENO FIORE | Come prendersi cura e aumentare la durata di questo pregiato pellame

Una buona scarpa si merita una manutenzione attenta, affinché rimanga sempre comoda, resistente all’acqua e soprattutto per durare nel tempo. La pelle pieno fiore è un materiale pregiato, naturale e dalle proprietà eccezionali, soggetto però a un certo processo di invecchiamento e che richiede pertanto una manutenzione periodica. Kayland fornisce alcuni preziosi e utili consigli per la cura delle calzature outdoor e da trekking in pelle pieno fiore, che sono impiegate in condizioni particolarmente difficili.
 
Le scarpe nuove appena acquistate non richiedono alcuna manutenzione aggiuntiva per la prima escursione; può comunque esser utile una leggera impregnazione della pelle con un prodotto specifico per assicurare l’impermeabilità. Prima del trattamento occorre rimuovere i lacci, affinché l’emulsione o la crema di cera possano penetrare anche nei punti coperti della scarpa. La lingua ed il soffietto della lingua richiedono una particolare attenzione.
 
Dopo l’uso le scarpe dovrebbero essere sempre esposte all’aria aperta e asciugate bene. Occorre rimuovere il sottopiede interno ed aprire l’allacciatura. Questo non dovrebbe essere dimenticato neanche nel caso di escursioni di parecchi giorni.
 
Le scarpe in pelle pieno fiore molto sporche vanno pulite con una spazzola e, se disponibile, con acqua calda. Vanno lasciate asciugare bene, distanti da fonte dirette di calore, che potrebbero creare delle lacerazioni per restringimento della pelle. È anche raccomandabile un detergente specifico per scarpe, capace di eliminare la sporcizia ostinata. Poi, è necessario applicare l’emulsione o la crema di cera per impregnare nuovamente la scarpa.
 
Una periodica impregnazione con un agente protettivo previene l’assorbimento dell’acqua e della sporcizia nella pelle pieno fiore. L’impregnazione è comunque prevalentemente un processo per la protezione della pelle e risulta, pertanto, molto importante; infatti una pelle imbevuta d’acqua non mostra più alcuna attività traspirante, con la conseguenza di influire fortemente sul clima all’interno della scarpa – lo stesso principio vale per le scarpe molto sporche. L’impregnazione con spray oppure con liquido impermeabilizzante all’acqua dispiega tutta la sua efficacia soltanto dopo ventiquattr’ore e dovrebbe essere eseguita sulla pelle ancora umida subito dopo la pulizia.
 
Non raccomandiamo l’utilizzo di oli e grassi, in quanto anche se rendono il pellame molto morbido e quasi impermeabile all’acqua, fanno perdere alla scarpa la robustezza e i pori della pelle vengono chiusi, con conseguente perdita delle proprietà traspiranti.
 
Quando non sono utilizzate, le calzature in pelle pieno fiore dovrebbero essere preferibilmente conservate negli appositi sacchetti per scarpe o nei cartoni, in un luogo asciutto e ben aerato con un tendiscarpe di legno. Non conservare mai le scarpe ancora umide, in luoghi umidi, bagnati o all’interno delle automobili, in quanto potrebbero essere attaccate dalle muffe!
 
Un ultimo suggerimento: anche la fodera in pelle, di tanto in tanto, dovrebbe essere trattata con una lozione specifica. Tale trattamento serve a prevenire che i sali e i minerali contenuti nel sudore dei piedi rendano secca la fodera, con la conseguenza di renderla fragile e dura.

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.