SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

PUMORI REPORT | Teofil Vlad apre una nuova via sul Pumori

Il nostro alpinista rumeno Teofil Vlad, insieme a Zsolt Torok e Romica Popa, ha aperto una nuova via sulla parete sud-est di Pumori (7161 m.), un picco impegnativo nella regione del Nepal, a soli 8 km dall'Everest. Ecco il resoconto di questa impresa nelle parole di Teofil.

L'apertura di una nuova via su una montagna così grande mi è sembrata fantascientifica fino a qualche tempo fa, e ho pensato che, a mio avviso, sarebbe rimasta nei libri di Mick Fowler, Peter Boardman o Joe Tasker, che mi hanno ispirato. Nel corso del tempo, ho imparato a sperare, a credere e a desiderare. Sebbene a prima vista la conquista del Pumori poteva esser fatta anche usando la via normale, che in ogni caso non è affatto facile, abbiamo deciso di provarne una nuova via, proprio al momento giusto. Dopo averlo controllato dal campo base, ci siamo resi conto che il percorso consisteva principalmente in una complicata arrampicata su ghiaccio, con diversi passaggi chiave. Quindi, ci sono voluti quattro bivacchi prima di arrivare in cima a una cresta, da dove abbiamo lanciato con successo il nostro tentativo per raggiungere la cima. Abbiamo passato il nostro periodo di acclimatazione sul vicino Lobuche Peak (6100 m.) E fatto un po' di trekking su un circuito, che comprendeva tre passi e due picchi con altitudini superiori ai 5000 m.

Come nel 2013 su Nanga Parbat, quando ho scelto il lato più duro della montagna, ci sembra che le nostre aspirazioni siano arrivate a un punto più alto, secondo il quale dobbiamo aumentare le nostre sfide ogni volta. È così che abbiamo affrontato la SE di Pumori in una nuova via, l'abbiamo conquistata, e ora, ritornando verso Kathmandu, cercando di liberare il mio corpo dal freddo e di scongelare le dita dei piedi, penso alla forza della nostra squadra, io, Romica e Zsolt, che ci sosteniamo l'un l'altro e spazziamo via tutte le paure e i dubbi nell'impresa.

Il percorso "Les voyages de Petit Prince" rimarrà sempre lì... non solo sulla grande cima del Pumori, ma anche nelle nostre anime.

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.