SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

RIFUGIO VANDELLI | Nel circo del Sorapis

Il Rifugio Vandelli è una piccola perla incastonata su una delle montagne più scenografiche di tutte le Dolomiti, il Sorapis, teatro, con il vicino monte Antelao, di scontri violenti durante la Prima Guerra mondiale.

Il Rifugio è uno dei più antichi di tutto l’arco alpino: la sua costruzioni, infatti, risale al 1821, anche se la posizione non era quella odierna, bensì più vicina al lago. Venne costruito dalla sezione Pfalzgau della Società Alpina Austro-Tedesca. Purtroppo, questo primo manufatto venne spazzato via da una valanga nel 1895. Ricostruito solamente un anno dopo, fu nuovamente sepolto da una slavina. Dopo gli avvenimenti della Grande Guerra, il CAI di Venezia si prodigò affinché un nuovo rifugio sorgesse sulle rovine di quello esistente. Anche questo nuovo edificio non ebbe fortuna: un terribile incendio nel 1959 lo distrusse totalmente. Ripartì quindi per un’altra volta la sua ricostruzione, che si concluse nel settembre 1966 con l’intitolazione al presidente del CAI di Venezia, Alfonso Vandelli.

Nelle immediate vicinanze del rifugio si trova il fantastico lago del Sorapis, dalle acque color turchese intenso, che racchiude le acque provenienti, per via sotteranea, dal ghiacciaio, attraverso la grande cascata detta “del Piss” da cui deriva il nome della montagna, Sorapis.

Il percorso classico per raggiungere il rifugio Vandelli incomincia dal passo Tre Croci, sulla strada che collega Cortina d’Ampezzo con Misurina. Il sentiero n. 215 è abbastanza semplice anche se in alcuni tratti un po’ esposto, il panorama che si ammira è veramente unico, si possono anche scorgere alcune postazioni militari italiane e austriache risalenti alla prima guerra mondiale: infatti, il confine tra le due armate era posizionato proprio a poche centinaia di metri da questo luogo.

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.