SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

SWISS4K - A steep skiing project | Discendere i quattromila della Svizzera, sciando

Edmond Joyeusaz, da molti anni ambassador di Kayland, e il suo team stanno per portare a termine un progetto spettacolare e molto ambizioso, ovvero di scalare e successivamente discendere con gli sci alcune tra le cime più spettacolari delle alpi svizzere e concludere l’avventura con la prima discesa dell’Horbein Couloir sulla parete nord dell’Everest.

Nei giorni scorsi, è stato infatti completato un altro importante step della sfida, ovvero la discesa integrale della parete nord del Cervino (Matterhorn), che quest’anno si aggiunge alle prime discese assolute di altri due tra i quattromila più affascinanti di tutto l’arco alpino, il Dom de Mischabel e il Täschorn.

Le prime tappe di questo emozionante percorso erano state nel 2015 il Grand Combin, con la prima discesa assoluta sulla parete sud ovest, il Dent Blanche, disceso per la prima volta nel 2016 sulla parete nord, e il Weisshorn nel 2017, con la prima discesa assoluta della parete sud. Nel 2018, quindi, prima il Dom de Mischabel e poi Täschorn, per concludere il viaggio entusiasmante sulle alpi con l’impressionante sciata del Cervino.

Ora, per Edmond e compagni, l’impresa più ardua e complicata: discendere l’Everest nel canalone di circa 3000 metri di dislivello che prende il nome di Horbein Couloir, con tutte le incognite che questo autentico mostro riserva a chi lo sfida. Pochissimi alpinisti sono riusciti a scalarlo, nessuno è mai riuscito a discendere.


Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.