SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

TEOFIL VLAD | L’uomo che sfida i ghiacci

L’alpinista rumeno Teofil Vlad, ambassador Kayland, sembra amare ogni tipo di disciplina montana, tra arrampicata sportiva, ice climbing e spedizioni in alta quota

È anche istruttore di alpinismo e soccorritore di montagna volontario, ma c’è una cosa che lo attira più di ogni altra: aprire nuove vie sulle montagne più alte del mondo, sopra i 6000 m.


Teofil Vlad è stato premiato per 3 volte come Sportivo dell’Anno in Romania per le sue imprese:

  • nel 2010 per la spedizione sul McKinley (oggi chiamato Denali) in Alaska, 6190 m;
  • nel 2013 per la difficile ascesa al Nanga Parbat, Himalaya, 8126 m, con una squadra di 5 alpinisti;
  • nel 2018 per l’apertura di una nuova via sul Pumori, Nepal, 7161 m.

Il suo racconto dell’impresa sul Pumori ci aveva emozionato, abbiamo vissuto attraverso le sue parole le fasi dell’arrampicata su ghiaccio e l’adrenalina della scoperta.

Una descrizione più approfondita della spedizione compare ovviamente in tutti i principali portali di alpinismo, tra cui Planet Mountain, Desnivel e Up-climbing per citarne solo alcuni, e una lunga intervista alla radio RFI Romania


Guarda il video sull’impresa in Pumori: https://www.youtube.com/watch?v=Dzlr0MgaSyc&feature=youtu.be


4001, lo scarpone ultratecnico


Teofil è anche tester di Kayland per lo scarpone 4001, progettato per alpinismo, attraversate su ghiacciaio e arrampicata su ghiaccio. 

Ecco alcune foto con lo scarpone 4001 utilizzato di recente in Caucaso.








Quali sono i
prossimi piani di Teofil? Ci ha dato lui stesso qualche anticipazione:

“Come guida alpina e istruttore di arrampicata, la mia prossima meta è Island Peak, 6189 m, nell’Himalaya nepalese. Devo far approcciare l’arrampicata in alta quota a un avventuriero appassionato di un altro ambito, come primo passo in un progetto che ha l’obiettivo finale di scalare insieme le vette più alte del mondo nei prossimi anni.


Come arrampicatore, il mio prossimo obiettivo è la via Afanasieff sul Fitzroy in Patagonia, un muro di 1600 m impegnativo, il prossimo inverno.


I prossimi progetti includono il lato Sud dello Shisha Pangma, 8047 m, in Tibet e lo spettacolare Shivling, 6500 m, nell’Himalaya indiano”.


Segui le avventure di Teofil Vlad:

Blog: teovlad.blogspot.ro

Instagram: https://www.instagram.com/teofilvlad/

Facebook: https://www.facebook.com/TeofilVladAlpinist/

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.