SPEDIZIONE GRATUITA IN TUTTA ITALIA

TITO AROSIO | Test Gravity in speciale utilizzo MTB

L’ultima volta che abbiamo incontrato il nostro atleta e tester Tito Arosio era in maggio, quando lui e Rosa Morotti hanno aperto una nuova via mista sul Piz Buin.

Questa volta Tito si è cimentato in un altro tipo di attività: la Mountain BikeAppassionato di MTB enduro, Tito ha voluto testare le nostre Gravity in speciale utilizzo MTB, ed ecco cosa ne pensa.

Escludendo i livelli molto alti di MTB, dove si rende necessario l’aggancio ai pedali per migliorare la performance, molti riders preferiscono utilizzare scarpe morbide senza aggancio, soprattutto in discesa, per avere il piede libero e maggior sicurezza in caso di caduta, di ripartenza e anche di curva. Inoltre, spesso chi si avventura in MTB su terreni rocciosi e tecnici deve percorrere molti tratti a piedi: per questo motivo uno scarponcino da trekking si rivela un’ottima soluzione.

Gravity è una scarpa da approach che è progettata per avvicinamento tecnico e via ferrata ma presenta delle caratteristiche che si adattano molto bene alle bici da MTB enduro.

La suola piatta di Gravity ricorda le scarpe specifiche molto in voga per i flat pedal senza aggancio, utilizzate generalmente per enduro e downhill. A differenza di queste scarpe a suola liscia, Gravity ha una speciale suola Vibram che combina due differenti mescole, Megagrip e Idrogrip, una soluzione ideale per due scopi: aumentare la presa dei pin sulla suola e fornire la massima trazione e aderenza per i tratti tecnici a piedi.

La tecnologia Ekso garantisce un profilo stabile grazie allo scheletro iniettato in superficie che riduce la torsione del piede lasciandogli comunque molta libertà di movimento. 

Inoltre, la scarpa Gravity nei modelli GTX presenta una Membrana Gore-Tex® Extended Comfort che non si trova nelle classiche scarpe per MTB: questo la rende più adatta anche a condizioni invernali. In conclusione, che sia orientato alla salita o alla discesa, il ciclista MTB enduro si troverà a suo agio con la scarpa Gravity o Gravity GTX, in particolare su terreni rocciosi e tecnici.

Tornando ai progetti di Tito, sappiamo che gli piace improvvisare ma ci ha dato una piccola anticipazione: potremmo trovarlo ad arrampicare in Giordania tra qualche mese… non vediamo l’ora di seguirlo in una nuova avventura!

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.